function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Il regista Villi Hermann parla dell'attualità del suo lavoro
"Il mio film su una realtà
che nessuno allora vedeva"
MAURO SPIGNESI


"Allora c’erano 33mila frontalieri, oggi sono 70mila. Sono passati 46 anni e con il frontalierato, le sue tragedie, il suo impatto sul mercato del lavoro, dobbiamo fare ancora i conti", racconta Villi Hermann, regista nato a Lucerna, che con la sua casa di produzione, la Imago Film di Lugano, ha lanciato diversi giovani autori svizzeri.
Come era nata l’idea del film?
"Io vivo nel Malcantone, non distante da Ponte Tresa, e vedo quotidianamente le lunghe file di auto dei frontalieri. Nel 1974 sono andato da loro e ho raccolto le testimonianze, uno spaccato di una realtà che allora nessuno voleva vedere".
Perché secondo lei?
"Allora era meglio non parlarne. Tanto è vero che il mio film in quegli anni è passato in diversi festival, anche prestigiosi, è stato trasmesso su Rai2 in Italia ma non nella nostra tv nazionale. Oggi lo scenario è cambiato".
Ora però anche i giovani possono vederlo e capire la nostra storia. Non crede?
"Sono contento. Filmo.ch sceglie attraverso una decina di esperti le pellicole da digitalizzare, offre una seconda vita a un lavoro che altrimenti rischia di restare per anni custodito alla Cineteca di Losanna. Anche per una questione tecnologica, visto che il mio film era girato in 16 millimetri in analogico. E, soprattutto, in bianco e nero".
Bianco e nero che è rimasto?
"Assolutamente. Il bianco e nero ha una grande forza narrativa, ha un suo fascino non solo storico ma è anche il segno della memoria. Adesso ci sono i sottotitoli che ho fatto io e una serie di materiale extra per contestualizzare il lavoro".
Lei andò con la macchina da presa dagli operai e dalla vedova di una vittima. Fu un lavoro di ricostruzione storica?
"Sì, volevo tratteggiare una realtà, quella che vivevano queste persone, le loro sofferenze, i loro drammi, le loro speranze. Tutti aspetti della vita e della nostra storia. Che poi se si va a vedere quanto accade oggi non sono poi molto cambiati".
17.10.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00