function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};
Le avventure in terre lontane ora sono a portata di click
Immagini articolo
In vacanza in India
dal salotto di casa
ROBERTO NEPOTI


Si prospettano tempi duri per il turismo. L’ultima notizia è che Warren Buffett, il miliardario americano soprannominato "l’oracolo" per il fiuto negli affari, ha ceduto le sue compagnie aeree prevedendo una catastrofica crisi del settore come effetto collaterale del Sars-Cov-2.
Negli ultimi anni, complici le tariffe low cost, il turismo esotico si era trasformato da lusso destinato a pochi in una delle pratiche favorite del consumo di massa. Lontano il ventesimo secolo, quando le mete dei vacanzieri erano le spiagge o i laghi vicino a casa; sostituiti poi dal Kenya, l’India o le isole del Pacifico. A quei tempi era il cinema a far sognare l’esotico, con documentari che offrivano viaggi virtuali a spettatori-turisti comodamente seduti in poltrona.
Nei primissimi anni della settima arte con i "film Lumière", girati per il mondo dagli operatori al servizio degli inventori del cinema. Poi con i grandi documentari di registi come Robert Flaherty, viaggiatore con la macchina da presa dal Polo all’Equatore. Oggi, con la chiusura dei confini nazionali a causa del virus, pare di essere tornati a quei tempi. Per consolare i popoli dell’astinenza da viaggi, siti di tutto il mondo moltiplicano l’offerta di itinerari in terre lontane attraverso migliaia di filmati, spesso in streaming gratuito; mentre il documentario, a lungo considerato la "cenerentola" del cinema, sta riacquistando popolarità.
Tra le piattaforme che mettono il mondo a portata di click non c’è che l’imbarazzo della scelta. Andando a guardare i siti più frequentati troviamo You Tube, da cui è visibile anche il canale dell’Istituto Luce, contenente 20mila documentari girati tra il 1920 e il 1960.
Più recenti i filmati messi a disposizione, tra un film e una miniserie, dalla piattaforma Netflix, che offre molti documentari di carattere naturistico con animali e suggestivi paesaggi. Gli fa concorrenza Disney , distribuendo film di viaggi e documentari sulla natura del National Geographic, catalogati per categorie e in base ai più visti. Gratis e on demand su Arte, il canale culturale europeo, si possono trovare doc dai titoli suggestivi (attualmente in homepage) come Il Pakistan dei Kalash, Monasteri d’Europa, Parchi nazionali di Slovacchia; per apprendere, magari, cose su luoghi da visitare "fisicamente" quando sarà di nuovo possibile.
È ghiotta l’offerta turistico-naturalistica del canale Dplay, che espone sul sito titoli quali Indagini sotto i mari, Borneo paradiso da proteggere, Frozen Planet o, per i più avventurosi, Shark week attacco in alto mare. Partecipano all’offerta anche le piattaforme di alcuni festival specializzati, attualmente in quarantena: Cinemambiente, ad esempio, che mentre sposta la sua ventitreesima edizione all’autunno mette a disposizione in streaming gratuito diversi documentari presentati negli ultimi anni; come Con i piedi per terra. Un viaggio tra terra e cielo di Andrea Pierdicca, del 2016. Numerosi i siti che propongono documentari in lingua inglese. Documentary.net li offre gratuitamente, compilando una lista dei top 20 e permettendo di sfogliare i titoli per categorie (viaggi, natura, animali…).È suddiviso per categorie tematiche, visibili a destra della homepage, anche il fornitissimo Documentary Storm: i documentari sono visualizzabili mediante un semplice player video nella pagina.
17.05.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
15.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, aprile 2020
13.05.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 25 maggio 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, primo trimestre 2020
12.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, aprile 2020
08.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Dati settimanali provvisori sui decessi, Ticino e Svizzera, stato al 5.5.2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile 2020
06.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, aprile 2020
30.04.2020
Pubblicato il Rendiconto 2019 del Consiglio di Stato
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Ripartenza a singhiozzo
e borse poco indicative
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il braccio del Sultano
"allunga" il suo potere
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Notte
di violenze
nelle città
statunitensi

La lenta
ripartenza
della cultura
europea

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00