function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Le classifiche dei "ciccioni" celano un discorso culturale
Argovia e Micronesia
sono i regni dei grassi
ANDREA STERN


I più "oversize" sono gli argoviesi maschi e le giurassiane donne. Mentre i ticinesi, tutti, sono appena appena più magri della media svizzera. I risultati dell’indagine sulla salute in Svizzera sono impietosi. Dimostrano che negli ultimi venticinque anni la proporzione di obesi è più che raddoppiata. Era il 5,6 per cento della popolazione svizzera nel 1992, è salita all’11,6 per cento nel 2017. Sono aumentate, seppur in maniera meno importante, anche le persone in sovrappeso, dal 25,6 al 31,1 per cento della popolazione. Più di quattro persone su dieci in Svizzera, dunque, si portano addosso dei chili di troppo.
L’adipe dilaga più nelle regioni di campagna che nelle città, più tra gli uomini che tra le donne, più tra le persone con un passato migratorio che tra gli indigeni e più tra chi ha un basso livello di formazione. Insomma, dietro al sovrappeso ci sono anche ragioni sociali e culturale. Come quello che fa sì che a livello mondiale le classifiche della corpulenza siano guidate dai Paesi dell’Oceania, dove il 63 per cento della popolazione è in sovrappeso o obesa. I cittadini più pesanti al mondo sono quelli della Micronesia, 87,4 kg di media. Seguono gli abitanti di Tonga, con 87,3 kg a testa. Pesi massimi che nascondono una visione della robustezza ancora legata alla buona salute, fisica ma soprattutto sociale.
a.s.
01.12.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
19.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
In crisi i confini irlandesi
con l'addio di Londra all'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'arcipelago delle isole
contese tra Usa e Cina
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il culto della mascherina
accende il negazionismo
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ennesimo
fine settimana
di proteste
in Bielorussia

Inchiesta
sullo schianto
dell’aereo militare
in Ucraina

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00