function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Gli esperti spiegano come è possibile risparmire energia
Immagini articolo
Caldo in casa garantito
ma con prezzi... freddi
ANDREA BERTAGNI E MAURO SPIGNESI


iscaldare, far salire le temperature ma con costi "freddi", cioè più bassi? Sì, si può fare. Bastano una serie di accorgimenti, basta affidarsi alle nuove tecnologie, basta ristrutturare la propria abitazione adattandola alle nuove tendenze energetiche e sfruttando anche i contribuiti statali. La riconversione è tuttavia già cominciata. Ogni settimana in diverse case le imprese portano via i serbatoi di gasolio e tante famiglie si convertono a nuove energie, come pannelli solari, geotermia pompe di calore. Solo negli ultimi dieci anni il consumo di gasolio, usato ancora dalla metà dei ticinesi, è calato del 25%. E anche i costi sono destinati a scendere. Attualmente, secondo gli esperti, una casa unifamiliare consuma in media circa 2’400 franchi di gasolio. Con il gas la spesa non cambia, con l’energia elettrica addirittura i costi aumentano. Ed ecco perché è importante invertire la tendenza.
"Risparmiare energia in una casa o in un appartamento non è solo una questione ambientale, ma anche di comfort e di qualità di vita", premette Claudio Caccia, consulente energetico e rappresentante in Ticino di Svizzera Energia. "Se le pareti di un immobile non sono abbastanza isolate - aggiunge - si sviluppano condensa e muffe che hanno un impatto sulla salute. Non servonomsempre misure drastiche per salvaguardare l’ambiente: abbassando ad esempio la temperatura di un appartamento di un solo grado si diminuiscono i consumi energetici del 6% in un anno". Ma è importante, suggerisce Caccia, anche "arieggiare. Farlo in modo adeguato ha un impatto importante sull’efficienza. Se un proprietario immobiliare vuole inoltre che il proprio edificio non perda valore sul mercato, è quasi scontato che un inquilino debba trovarsi a suo agio: ciò si raggiunge non soltanto adeguando la casa agli ultimi standard energetici ma anche progettando i locali in modo adeguato, così da rendere l’abitazione il più possibile confortevole".
Per risparmiare esistono diversi prodotti, come quelli sviluppati anche attraverso applicazioni che consentono di governare il riscaldamento e dunque tagliare i costi. Poi ci sono gli interventi strutturali. "Quando ho cominciato a lavorare nelle nuove abitazioni si creava una isolazione di 8 centimetri, oggi si arriva a 18 centimetri - spiega Gianluca Lopes, architetto luganese che ha firmato importanti progetti di palazzi, singole abitazioni e strutture turistiche -. Il primo aspetto che si mette a punto quando si pensa a una nuova casa è la sua sostenibilità nel tempo e il risparmio energetico. Per questo è molto importante un giusto equilibrio tra pareti, finestre, porte. Facendo attenzione perché dove ci sono serramenti ci sono punti deboli". Poi, si passa all’approvviggionamento energetico. "Che punta sempre più - spiega l’architetto - sulle energie alternative come i panelli solari. Ma anche le pompe di calore. In fase di ristrutturazione di un importante hotel di Lugano, ad esempio, abbiamo usato un sistema di captazione di risparmio energetico che utilizza l’acqua prelevata a una temperatura costante e funziona sia per la fase calda che per quella fredda".
an.b/m.sp.
24.11.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
19.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
In crisi i confini irlandesi
con l'addio di Londra all'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'arcipelago delle isole
contese tra Usa e Cina
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il culto della mascherina
accende il negazionismo
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ennesimo
fine settimana
di proteste
in Bielorussia

Inchiesta
sullo schianto
dell’aereo militare
in Ucraina

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00