L'obesità favorisce molte patologie, anche certi tumori
Immagini articolo
Tra adipe e cancro
c'è una relazione
CRISTINA GAVIRAGHI


Non solo diabete, colesterolo alto, ipertensione; i risvolti negativi per la salute che l’obesità porta con sé non si esauriscono qui.
Ci sono le patologie articolari, respiratorie, del sonno; forse, se alcuni recenti studi troveranno conferma, anche l’infertilità potrebbe essere in qualche modo correlata a un indice di massa corporea (Bmi) troppo alto. Ma ciò che appare sempre più certo, sostenuto da diverse indagini scientifiche, è il legame che l’obesità ha con un più alto rischio per alcuni tipi di tumore.
A confermarlo, sul Bristish Medical Journal, è uno studio dell’International Agency for Research on Cancer. L’analisi di oltre 200 ricerche ha portato, non solo a confermare la relazione tra sovrappeso e tumori al colon retto, seno, rene ed endometrio, ma ad allungare la lista, includendo anche il cancro a stomaco, fegato, pancreas, vie biliari, ovaie e alcuni mielomi. Un rischio di sviluppare tali neoplasie, in caso di elevato Bmi, aumentato, a seconda del tumore, del 20-30 per cento, fino anche al raddoppio. Le cause: diverse quelle ipotizzate. L’obesità porta con sé un sottofondo di infiammazione cronica che può contribuire a danni a livello del Dna.
Inoltre il tessuto adiposo induce un’aumentata produzione di estrogeni, insulina, fattori di crescita e altri ormoni correlati alla regolazione metabolica e alla crescita cellulare. Tutto ciò implica squilibri che possono spingere verso lo sviluppo tumorale. Così come la perturbazione della flora microbica indotta dall’obesità e la modificazione di caratteristiche meccaniche di certi tessuti, causata dall’accumulo di grasso, possono incidere sullo stato infiammatorio e generare anomalie predisponenti a una crescita cellulare meno controllata.
Difficile e ancora prematuro dire se una riduzione del peso corporeo in età adulta possa riabbassare il rischio di cancro legato all’obesità. Di certo, concordano gli esperti, sarebbe meglio non incrementare affatto la massa grassa oltre la soglia del normopeso, per prevenire i molteplici risvolti negativi sulla salute di un alto Bmi.
14.05.2017


Articoli Correlati
IL DOSSIER


Le carte segrete
dello scandalo Argo1
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia riprende
ma la paura rimane
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il dialogo possibile
fra Corea e Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Europa dia più soldi
per aiutare i migranti
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.08.2017
Aggiornati i dati sulla qualità igienica delle acque di balneazione rilevati dal Laboratorio cantonale [www.ti.ch/oasi]
27.07.2017
Avviso di prudenza del 27.07.2017 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2017 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
25.07.2017
La Documentazione regionale ticinese (DRT) ha pubblicato un nuovo dossier sulla caccia e pesca in Ticino
20.07.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2017
18.07.2017
Giornate informative obbligatorie 2017
07.07.2017
Aggiornato l'elenco dei tecnici riconosciuti della polizia del fuoco [www.ti.ch/edilizia]
03.07.2017
Quinto/Cascina Rosserrora - coordinate 696/150 - Predazione 1 capra
30.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2016
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

G20:
corteo pacifico
contro
le violenze

Ankara-Istanbul:
opposizione
in marcia
per la giustizia

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch