function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




'Contro l'immigrazione di massa' è stata l'unica eccezione
'Limitazione' o 'disdetta'?
il popolo ha già detto no
NENAD STOJANOVIĆ, POLITOLOGO ALL’UNI DI GINEVRA


Conosciuta anche come "iniziativa per la limitazione" - mentre gli avversari la chiamano "iniziativa per la disdetta" - la nuova iniziativa dell’Udc propone di metter fine alla libera circolazione delle persone con l’Ue. A causa della famosa "clausola ghigliottina" negli accordi fra Svizzera e Ue, l’iniziativa porterebbe verosimilmente alla disdetta dei Bilaterali. Il Consiglio federale e la maggioranza del Parlamento la respingono perché ritengono che essa avrebbe "conseguenze gravi" par la Svizzera siccome in tal caso "le imprese svizzere perderebbero l’accesso diretto al loro principale mercato con conseguenze negative sui posti di lavoro e sul benessere". Anche i sindacati la respingono perché un’altra sua conseguenza sarebbe la fine delle misure di accompagnamento a favore dei lavoratori, così che "accettarla significherebbe distruggere il sistema di protezione dei salari più avanzato ed efficace d’Europa"
Visto l’ampio fronte che si oppone all’iniziativa - e che spazia dalla sinistra sindacale alla destra economica - sarebbe una sorpresa se venisse accolta. Da Schwarzenbach in poi i cittadini hanno infatti quasi sempre respinto le iniziative popolari che chiedevano una limitazione dell’immigrazione (vedi grafico), mentre ha approvato a più riprese gli accordi bilaterali, inclusa la libera circolazione. L’unica eccezione è l’accettazione dell’iniziativa "contro l’immigrazione di massa", accolta il 9 febbraio 2014 dal 50,3% dei votanti che hanno espresso un voto valido e da 17 cantoni. Il Parlamento l’ha concretizzata con una legge che di fatto non attua i suoi elementi principali.
È importante precisare che la non-attuazione da parte del Parlamento - fra l’altro indirettamente legittimata dal popolo visto che i vari referendisti non erano riusciti a raccogliere le firme contro la legge - è stata giustificata affermando che nella campagna di votazione l’Udc aveva a più riprese sottolineato che l’attuazione dell’iniziativa non avrebbe portato alla disdetta degli accordi bilaterali. Quindi si può sostenere che parte dei votanti l’abbia accolta senza volere disdire i bilaterali. Un’ambiguità, questa, che ha permesso al Parlamento di non attuarla siccome l’Ue ha subito fatto capire che ciò avrebbe portato alla disdetta dei Bilaterali. Ma la nuova iniziativa è molto più esplicita e questa volta difficilmente il Parlamento oserebbe non realizzarla.
17.05.2020


Articoli Correlati
Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
19.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
In crisi i confini irlandesi
con l'addio di Londra all'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'arcipelago delle isole
contese tra Usa e Cina
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il culto della mascherina
accende il negazionismo
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ennesimo
fine settimana
di proteste
in Bielorussia

Inchiesta
sullo schianto
dell’aereo militare
in Ucraina

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00