function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Paola Perego
Immagini articolo
"Il mio ciccione...
mi ha ringiovanita"
ALESSANDRA COMAZZI


Paola Perego mostra orgogliosa la foto del nipote Pietro, nato alla fine del 2018, che campeggia sul suo telefono. Lo chiama "il mio Ciccione", e precisa: "Ho il mio Ciccione, adesso, essere diventata nonna è un’esperienza bellissima. Ho 53 anni e tutti i diritti di viziare questo bambino. Ai genitori il compito di educarlo. Io lo vizio. Anche se mio marito, che è Lucio Presta dal 2011, ma stiamo insieme da 22 anni, sostiene che da quando c’è questo nuovo Pietro lui è passato in second’ordine. Naturalmente non è vero. Però di sicuro il piccolo mi ringiovanisce, mi commuove".
Parla con passione delle differenze tra le puericultrici di ora e quelle di quando diventò mamma lei: allora era sposata con il calciatore Andrea Carnevale, e nacquero Riccardo e Giulia, la mamma di Pietro. "Una ragazza che dal mondo della tv e dello spettacolo si è sempre tenuta alla larga: tanto che è laureata in Economia. Le puericultrici, dicevo: ai miei tempi, il bambino si doveva addormentare a pancia sotto: adesso guai, ti mettono in galera se vedono che lo distendi così. Solo a pancia in su, una posizione meno pericolosa per il rigurgito. Ma. E il ruttino? Noi ci mettevamo il bambino sulla spalla, due colpetti, e via. Adesso se lo fanno sedere sulla gamba, massaggiandogli la schiena dal basso all’alto. Io obbedisco e faccio tutto".
Il marito Lucio Presta ha appena pubblicato per Mondadori un libro, "Nato con la camicia", e lei lo accompagna volentieri nelle presentazioni. "Mi rendo conto che insieme ricordiamo un po’ ‘Casa Vianello’, le baruffe di Sandra e Raimondo, quelle di ‘che noia che barba, che barba che noia’, ma anche questo è un aspetto divertente. Noi baruffiamo davvero, e davvero ci vogliamo tanto bene, altrimenti non saremmo insieme da 22 anni. Baruffiamo anche in cucina. Mio marito cucina molto bene, io non posso assolutamente competere. Ma a volte ci provo. L’ultima volta volevo fare una torta. Ho seguito esattamente la ricetta. Solo che le ricette danno per scontate cose che per me non lo sono. Quando si inforna, il forno deve essere già caldo. Io non lo sapevo, ho messo la torta a freddo, alla fine sembrava gomma pane. Ne è caduto un pezzetto a terra, il cane si è avvicinato ed è andato via inorridito. Sono contenta che Lucio abbia scritto quel suo libro intimista, dove si racconta come persona e non come personaggio, agente di tante star della tv. Molti capiranno perché mi sono innamorata di lui".
E racconta: "Sono di Monza, ho cominciato giovanissima facendo la modella. Provini per la tv, arrivai a Antenna 3 Lombardia e poi a Fininvest, dove per un po’ condussi ‘Calciomania’. Non sapevo che, mentre parlavo di gol e calci di rigore, in un piccolo appartamento di Milano c’era un ragazzo che mi guardava e già mi amava. Così, almeno, mi ha sempre detto e ha scritto anche nel libro. La prima volta che ci incontrammo, sostiene che non lo degnai di uno sguardo, ma pensò che mi avrebbe sposata. Solo che io ero già sposata. E pure lui. Una sera, stavamo uscendo da un ristorante romano, dopo aver registrato una puntata di ‘Per tutta la vita’, e io lo scambio per mio marito. Di spalle erano uguali, stesso loden, alti, capelli lunghi. Davvero lo avevo scambiato per Andrea, ma Lucio si convinse di tutt’altro. Insomma, com’è come non è, è cominciata la nostra storia, che non si è interrotta più".
In realtà, Presta, potente agente non è che l’aiuti più di tanto, dice. "E poi io ho molta meno voglia di fare tv, da quando c’è il Ciccione. Se qualcuno si immagina che io faccia la diva, dopo un po’ capirà che sono una che si rimbocca le maniche e ha voglia di imparare".
08.09.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
27.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, secondo trimestre 2020
23.07.2020
Attivato il sito dell’Ufficio del controlling e degli studi universitari
13.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, giugno 2020
06.07.2020
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2019
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, maggio 2020
17.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2020
12.06.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2020
10.06.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 22 giugno 2020
04.06.2020
Swiss Mobility: opportunità di stage professionale in Svizzera per neodiplomati 2020
20.05.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, aprile 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Fra Trump e Biden
sfida rivolta al passato
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I morti viventi dell'Isis
scompaiono e riappaiono
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: 64 anni fa
la strage
nella miniera
di Marcinelle

Covid-19:
quarantena
"spagnola"
in Svizzera

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00