Luca Tiraboschi
Immagini articolo
"Come mi distraggo?
Io adoro i fumetti"
PAOLO TAGGI


on è in vacanza. Vive qui. Per la prima volta da quando ci conosciamo, non è nel coloratissimo ufficio, dove passava quindici ore al giorno. Luca Tiraboschi, dopo 30 anni di Mediaset ha staccato la spina ed è venuto ad abitare in Ticino. Pronto a lanciarsi in nuove avventure. Ci incontriamo ad Agno, proprio sulla riva del lago. Non è arrivato da solo. Lo accompagna il bellissimo Thor, un Rodhesian Ridgeback di cinque anni. È in gran forma: "Dirigere Italia1 per tredici anni, record assoluto di longevità, mi ha fatto risparmiare su palestra e aminoacidi! - dice al Caffè -. Scherzi a parte, l’attenzione assoluta ad ogni nuovo fenomeno emergente mia ha sicuramente aiutato a rallentare l’incedere del tempo meglio dei radicali liberi".
Negli anni molte cose sono cambiate. "Lo scenario competitivo, prima di tutto - riprende Tiraboschi -. Ci sono centinaia di canali fotocopia, a caccia di un pubblico molto esiguo, pubblicitariamente pregiato. Lo spettatore è frastornato. Il primo che decide di mettere un po’ di testa su questo universo disordinato, fa bingo".
Non è un’illusione, pensare che la rivoluzione televisiva potrebbe partire proprio da qui. Si entusiasma: "Perché no? Viene un momento, all’improvviso, che trasforma anche le tue debolezze in nuovi slanci. Sono riuscito a realizzare molte cose buone e a creare valore e ricchezza. Sono cresciuto come uomo e come professionista, dando e ricevendo molto. Ora, però, è cambiato troppo: non mi ritrovavo più, dov’ero. È  un vero peccato…".
Luca e sua moglie - fondamentale per lui in ogni scelta, dice - dieci anni fa hanno acquistato una casa di vacanza proprio qui, nel Malcantone. In giugno, la decisione di viverci per sempre. I due figli, di quattordici e e nove anni, sono stati i primi a spingerli al grande passo: "Li vediamo molto felici. Si sono integrati subito. Soprattutto la piccola, Margherita ci irradia con la sua allegria e voglia di non perdersi nulla del nuovo che incontra ogni giorno".
Ogni creativo ha bisogno di una distrazione.Quella di Luca Tiraboschi è il fumetto, una vera e propria seconda vita. "Sono un fan e un esperto di fumetti, ma c’è chi mi batte, in casa. Mio figlio Giacomo è un vero mostro! Conosce tutto, degli universi supereroistici Marvel e DC: poteri, caratteristiche, identità segrete, mondi paralleli...".
Tra i personaggi che ha creato, Luca mette al primo posto Faccia di Cuore, nato per un fortunato romanzo ed ora in una splendida Graphic Novel, "scritta a quattro mani da me e dal compianto Ade Capone. Siamo al confine tra fantasy e comedy. È uscito in esclusiva assoluta e solo in versione digitale kindle per Amazon. È già best seller".
La parola d’ordine: "far dimenticare il telecomando" gli è rimasta dentro, ed è già proiettato su altri progetti: "Dopo Invisibili (programma di culto dedicato a persone ai margini dell’esistenza ndr.), Il Bivio e Invincibili, ne ho in mente uno sulla Nde (near dead experience), una tematica affascinante e ancora inesplorata. Spero di poterlo concretizzare presto. Un po’ di coraggio e si fa! Magari proprio con la Rsi. Mi piacerebbe molto".
Il Malcantone come pista di decollo per nuovi orizzonti televisivi, dunque: "Sono pronto e motivato. Apprezzo il modo in cui la Rsi svolge la mission di servizio pubblico, facendone un motivo di forza. Mi piacerebbe contribuire a farla crescere innovando, mettendo la mia esperienza al servizio di un percorso di costruzione della bellezza nella piena tutela di un solido patrimonio culturale già esistente".
Prima di salutarlo non si può non chiedergli l’episodio più divertente della sua vita in tv: "Penso che prima o poi scriverò un libro, agrodolce o dolceamaro...". E una persona che ti è rimasta nel cuore? "Vedi sopra. Vale la stessa risposta".
09.06.2019


ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
12.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, dicembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2019
11.12.2019
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2019
27.11.2019
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 dicembre 2019
27.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2019
22.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2019
18.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2019
15.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2019
13.11.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Tassi negativi e liquidità
affondano le pensioni
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Il sanguinoso attacco
alla "Terra dell'alba"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'attentato a Londra
rilancia l'allarme jihad
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Emmental e pollo
tra i "falsi svizzeri"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
"Senza una svolta
ci sarà un'estinzione"
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Australia
impotente
davanti
agli incendi

Iraq:
sanzioni Usa
contro
la repressione

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00