Natalie Portman
Immagini articolo
"Il cinema ha bisogno
di registe donne"
ROSELINA SALEMI


i lei ti colpiscono gli occhi, la luce che irradia. Intensa, addirittura misteriosa. Sarà perché è felice? Natalie Portman (vero cognome Hershlag: il padre Avner è un medico polacco ebreo), 35 anni, attrice-scricciolo dalla volontà di ferro, minuta, vegana, superenergetica, esprime un senso di compiutezza assoluta. Il 22 febbraio ha avuto la seconda figlia, Amelia, dal marito Benjamin Millepied, ballerino e coreografo, proprio mentre si parlava di lei come possibile Oscar alla miglior attrice per "Jackie" di Pablo Larrain, in cui ha affrontato il ruolo della first lady più famosa del mondo nei giorni successivi all’assassinio di John Kennedy. Dice: "Non pensiamo mai abbastanza alla violenza che Jackie ha dovuto sopportare. Seduta accanto al marito, con il suo sangue sulla giacca, lei che aveva vissuto la gloria dei due anni di presidenza Kennedy: una nuova Camelot, il sogno di una nazione unita e felice. Ho faticato parecchio sul suo accento, un po’ upper class newyorkese, un po’ collegio per signorine bene. Ed è stato il mio ruolo più rischioso: tutti conoscono Jackie, l’aspetto, la voce, possono vedere come si muoveva nei vecchi filmati. Da un lato tieni a essere fedele, dall’altro vorresti sentirti libero di immaginare".
Non ha vinto (ha già avuto una statuetta per "Il Cigno Nero", quando sul set ha conosciuto Benjamin) e quest’anno il suo Oscar è Amelia, che va a tenere compagnia al fratellino Aleph. Intanto arriva al cinema "Planetarium", film all girls che racconta l’avventura di due medium americane, Laura e Kate Barlow. "La regista Rebecca Zlotowski - spiega -  si è ispirata alla storia (vera) delle sorelle Fox. Alla fine dell’Ottocento, il loro tour europeo ha contribuito a fondare lo spiritismo. C’è un episodio poco conosciuto: un ricco banchiere decise di assumere una di loro per entrare in contatto con la moglie morta. È stato un punto di partenza da thriller hitchcockiano, mi piaceva. Rebecca ha poi deciso di spostare l’azione in Francia e trasformare il banchiere in un produttore cinematografico. Fantasmi, spettri, scenografie,… È stato buffo e bello essere Laura Barlow". Restando razionale, ma senza chiusure.
Accanto a lei in "Planetarium", nel ruolo di Kate, c’è Lily Rose Depp, figlia di Johnny e Vanessa Paradis, due miti. Le ha fatto da madrina: "Ho visto una foto di Lily-Rose su un giornale e ho pensato: potremmo davvero essere sorelle. Abbiamo gli stessi colori e la stessa forma del viso.  Certo, non immaginavo che fosse così dotata, ed è stata una sorpresa. È una ragazza fantastica e, cosa importante, ha una famiglia pronta a sostenerla". Anche lei, dichiara, deve molto ai suoi e non sarebbe arrivata dov’è senza di loro: "Mio padre e mia madre mi hanno fatto sentire la loro presenza sin da quando ho debuttato (avevo 13 anni). Sono stata protetta e proteggerò i miei figli. Il mondo del cinema non è così preoccupante, ci sono molte leggende, molte esagerazioni. È un lavoro da prendere con serietà, e per me è stato così. Ho sempre avuto i miei affetti, una vita privata. Ho continuato a studiare, mi sono laureata (ho anche pensato di diventare medico). Se non l’avessi fatto, avrei deluso i miei genitori e me stessa".
Adesso è a una nuova svolta. Dopo alcuni anni a Parigi, "mi ero trasferita per seguire mio marito, poi lui ha lasciato l’incarico all’Opera e adesso ha una sua compagnia di ballo", è tornata a Los Angeles con una quantità di progetti: quattro film e una serie tv della quale è anche produttrice, senza contare l’idea mai abbandonata di tornare alla regia. "Ci penso spesso dopo ‘A Tale of Love and Darkness’ (dal romanzo di Amos Oz, ndr). Non è solo un desiderio ma una responsabilità, perché c’è bisogno di più registe donne". A Natalie non manca ha un tocco femminista, si batte per l’equal pay nel cinema, sostiene le madri single, è ambientalista e animalista. Guarda sempre avanti. Non rivede i suoi film. "Significherebbe notare le imperfezioni, i difetti, quello che avrebbe potuto essere fatto meglio. Credo succeda a molti attori. Quando hai finito sul set, hai finito il film". Hollywoodianamente, domani è un altro giorno.
30.04.2017


IL DOSSIER


Le carte segrete
dello scandalo Argo1
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
L'economia riprende
ma la paura rimane
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il dialogo possibile
fra Corea e Usa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Europa dia più soldi
per aiutare i migranti
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
18.08.2017
Aggiornati i dati sulla qualità igienica delle acque di balneazione rilevati dal Laboratorio cantonale [www.ti.ch/oasi]
27.07.2017
Avviso di prudenza del 27.07.2017 nell'accensione di fuochi commemorativi e d'artificio per i festeggiamenti del 1° agosto 2017 [www.ti.ch/incendi-boschivi]
25.07.2017
La Documentazione regionale ticinese (DRT) ha pubblicato un nuovo dossier sulla caccia e pesca in Ticino
20.07.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, giugno 2017
18.07.2017
Giornate informative obbligatorie 2017
07.07.2017
Aggiornato l'elenco dei tecnici riconosciuti della polizia del fuoco [www.ti.ch/edilizia]
03.07.2017
Quinto/Cascina Rosserrora - coordinate 696/150 - Predazione 1 capra
30.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Movimento naturale della popolazione, Ticino, 2016
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

G20:
corteo pacifico
contro
le violenze

Ankara-Istanbul:
opposizione
in marcia
per la giustizia

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch