Natalie Portman
Immagini articolo
"Il cinema ha bisogno
di registe donne"
ROSELINA SALEMI


i lei ti colpiscono gli occhi, la luce che irradia. Intensa, addirittura misteriosa. Sarà perché è felice? Natalie Portman (vero cognome Hershlag: il padre Avner è un medico polacco ebreo), 35 anni, attrice-scricciolo dalla volontà di ferro, minuta, vegana, superenergetica, esprime un senso di compiutezza assoluta. Il 22 febbraio ha avuto la seconda figlia, Amelia, dal marito Benjamin Millepied, ballerino e coreografo, proprio mentre si parlava di lei come possibile Oscar alla miglior attrice per "Jackie" di Pablo Larrain, in cui ha affrontato il ruolo della first lady più famosa del mondo nei giorni successivi all’assassinio di John Kennedy. Dice: "Non pensiamo mai abbastanza alla violenza che Jackie ha dovuto sopportare. Seduta accanto al marito, con il suo sangue sulla giacca, lei che aveva vissuto la gloria dei due anni di presidenza Kennedy: una nuova Camelot, il sogno di una nazione unita e felice. Ho faticato parecchio sul suo accento, un po’ upper class newyorkese, un po’ collegio per signorine bene. Ed è stato il mio ruolo più rischioso: tutti conoscono Jackie, l’aspetto, la voce, possono vedere come si muoveva nei vecchi filmati. Da un lato tieni a essere fedele, dall’altro vorresti sentirti libero di immaginare".
Non ha vinto (ha già avuto una statuetta per "Il Cigno Nero", quando sul set ha conosciuto Benjamin) e quest’anno il suo Oscar è Amelia, che va a tenere compagnia al fratellino Aleph. Intanto arriva al cinema "Planetarium", film all girls che racconta l’avventura di due medium americane, Laura e Kate Barlow. "La regista Rebecca Zlotowski - spiega -  si è ispirata alla storia (vera) delle sorelle Fox. Alla fine dell’Ottocento, il loro tour europeo ha contribuito a fondare lo spiritismo. C’è un episodio poco conosciuto: un ricco banchiere decise di assumere una di loro per entrare in contatto con la moglie morta. È stato un punto di partenza da thriller hitchcockiano, mi piaceva. Rebecca ha poi deciso di spostare l’azione in Francia e trasformare il banchiere in un produttore cinematografico. Fantasmi, spettri, scenografie,… È stato buffo e bello essere Laura Barlow". Restando razionale, ma senza chiusure.
Accanto a lei in "Planetarium", nel ruolo di Kate, c’è Lily Rose Depp, figlia di Johnny e Vanessa Paradis, due miti. Le ha fatto da madrina: "Ho visto una foto di Lily-Rose su un giornale e ho pensato: potremmo davvero essere sorelle. Abbiamo gli stessi colori e la stessa forma del viso.  Certo, non immaginavo che fosse così dotata, ed è stata una sorpresa. È una ragazza fantastica e, cosa importante, ha una famiglia pronta a sostenerla". Anche lei, dichiara, deve molto ai suoi e non sarebbe arrivata dov’è senza di loro: "Mio padre e mia madre mi hanno fatto sentire la loro presenza sin da quando ho debuttato (avevo 13 anni). Sono stata protetta e proteggerò i miei figli. Il mondo del cinema non è così preoccupante, ci sono molte leggende, molte esagerazioni. È un lavoro da prendere con serietà, e per me è stato così. Ho sempre avuto i miei affetti, una vita privata. Ho continuato a studiare, mi sono laureata (ho anche pensato di diventare medico). Se non l’avessi fatto, avrei deluso i miei genitori e me stessa".
Adesso è a una nuova svolta. Dopo alcuni anni a Parigi, "mi ero trasferita per seguire mio marito, poi lui ha lasciato l’incarico all’Opera e adesso ha una sua compagnia di ballo", è tornata a Los Angeles con una quantità di progetti: quattro film e una serie tv della quale è anche produttrice, senza contare l’idea mai abbandonata di tornare alla regia. "Ci penso spesso dopo ‘A Tale of Love and Darkness’ (dal romanzo di Amos Oz, ndr). Non è solo un desiderio ma una responsabilità, perché c’è bisogno di più registe donne". A Natalie non manca ha un tocco femminista, si batte per l’equal pay nel cinema, sostiene le madri single, è ambientalista e animalista. Guarda sempre avanti. Non rivede i suoi film. "Significherebbe notare le imperfezioni, i difetti, quello che avrebbe potuto essere fatto meglio. Credo succeda a molti attori. Quando hai finito sul set, hai finito il film". Hollywoodianamente, domani è un altro giorno.
30.04.2017


IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano