Da Melide ad Ascona quanto si spende e cosa si trova
Immagini articolo
Nuotare gratis o di sera
nei lidi si bagni chi può
ANDREA BERTAGNI


C’è chi scommette sui prezzi bassi, come il Lido di Ascona. Chi sulle famiglie, come gli stabilimenti balneari di Lugano e Locarno. E chi, semplicemente, offre una spiaggia dove prendere il sole a tariffe abbordabili. Da Brissago a Chiasso, da Bellinzona a Bignasco, sono circa una trentina i luoghi attrezzati con vasche e rive. Che a partire da questo mese si apprestano ad accogliere turisti e bagnanti. Un’offerta per tutti i gusti. E per tutte le tasche. Insomma, si bagni chi può.
Nella maggior parte dei casi non si spendono più di 10 franchi. Ma si può scendere anche a 4 franchi e in alcuni fare il bagno gratis. Non si spende niente, ad esempio, al bagno pubblico di Tenero, al lido di Casoro-Figino e di Capolago. Tra i meno cari, il bagno pubblico di Locarno, i lidi di Caslano (entrambi a 4 franchi), Maroggia e Agno (entrambi 5 franchi), San Domenico, Riva Caccia, Paradiso e Ascona (6 franchi), Melano (7 franchi), le piscine di Bignasco (7 franchi) e di Valgersa Savosa (7.50) e il lido di Melide (8 franchi). Un gradino più in alto si posizionano la piscina coperta di Lugano e dei Grappoli a Sessa (9 franchi), la piscina di Mendrisio (9.50 franchi), i bagni pubblici di Bellinzona e Capriasca (10 franchi), il lido di Bissone (10 franchi), le piscine comunali di Chiasso e Carona, il Lido di Lugano (11 franchi) e quello di Locarno (13 franchi).
Prezzi e tariffe che possono diventare ancora più bassi per i domiciliati. E che cambiano a differenza delle offerte. Andare dove c’è solo un prato accanto all’acqua è molto meno dispendioso che rifugiarsi nella frescura di 7 piscine, come è il caso del lido di Locarno. "Noi offriamo vantagg ma anche sconti - spiega il direttore della struttura locarnese Christoph Pellandini -, il giorno prima dell’apertura dell’11 maggio proponiamo ad esempio uno sconto del 10% sul prezzo di un abbonamento estivo di 4 mesi". Al contrario di altre vasche, che aprono e chiudono prima, a Locarno si può nuotare già dalle 8.30 e continuare fino alle 21. "Essere aperti per 15 ore al giorno di fila per noi può fare la differenza", afferma Pellandini.
Tra chi punta forte sulle famiglie c’è il lido di Lugano, che ha appena rinnovato il parco giochi. "Se mamma, papà e figli arrivano prima delle 11 tutti i fine settimana e festivi dall’11 maggio fino alla chiusura risparmiano il 50% sull’entrata - precisa Patrick Scarcella, responsabile amministrativo -, inoltre i bambini hanno la possibilità di pranzare al ristorante con uno sconto del 40% sul menu".
Anche al lido di Ascona, che con i suoi 60mila metri quadri è il più grande della Svizzera non si nuota solo. "Promozioni particolari non ne facciamo - risponde il Sandro Scolari - preferiamo scommettere sui prezzi bassi e su un’offerta culinaria e di shopping per tutte le tasche". In riva al Maggiore si offrono anche tutta una serie di concerti musicali e la possibilità di organizzare eventi aziendali grazie a una tensostruttura coperta da 300 posti. Ora, si bagni chi può.

abertagni@caffe.ch
05.05.2019


Articoli Correlati
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, gennaio 2020
06.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, gennaio 2020
05.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 17 febbraio 2020
16.01.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2019
10.01.2020
Arge Alp: pubblicato un bando di concorso per un posto vacante presso il segretariato generale
08.01.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 20 gennaio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se il virus ci trascinerà
in una recessione
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Dalla tavola sovranista
a quella pro - global
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Si scenderà a patti
con il sistema-Terra
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie





I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Budget
europeo,
l’Europa
spaccata

Afghanistan,
forse
una tregua

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00