I settori dove in Ticino c'è più domanda di posti liberi
In media 780 richieste,
soprattutto ristoranti
MAURO SPIGNESI


A maggio erano stati annunciati a livello nazionale agli Uffici regionali di collocamento (Urc) 568 posti in meno rispetto ad aprile e cioè 37.390 unità (30.710 richieste a tempo pieno). Di questi 22.544 sottostavano all’obbligo di annuncio per i generi di professioni con un tasso di disoccupazione pari almeno all’8%. A livello cantonale, invece, i posti vacanti segnalati dalle aziende che operano in un settore soggetto all’obbligo di annuncio erano 1.062, un po’ di meno rispetto ai 1.124 di aprile. Con 822 entrate e 884 uscite. In media l’anno scorso in Ticino negli elenchi figuravano 780 richieste, cresciute progressivamente. Tanto è vero che nel maggio scorso i posti annunciati erano appena 495 e quest’anno sono appunto raddoppiati.
Dopo un anno (la legge è scattata il primo luglio dell’anno scorso) si attende ora un primo bilancio. Quando l’iniziativa era partita il direttore della Divisione lavoro presso la Segreteria di Stato dell’economia (Seco), Boris Zürcher, aveva messo in evidenza come in poco tempo la misura aveva portato a una sensibile crescita dei posti vacanti annunciati agli uffici regionali di collocamento, saliti a 30.004 di cui 14.284 sottostavano effettivamente al dovere di segnalazione, contro i 13.150 di giugno. "Il numero delle notifiche - aveva affermato Zürcher - ha superato le nostre aspettative".
L’obbligo di notifica, va ricordato, riguarda solo professioni con disoccupazione di almeno l’8%. Il dovere di segnalazione rappresenta quella che è stata chiamata "preferenza indigena light". Il cantone che in media ha effettuato più segnalazioni è Zurigo con 6.247 posti, seguito da Vaud con 4.772. Per quanto riguarda i gruppi professionali, il settore che ha presentato più richieste in Ticino è quello alberghiero e della ristorazione.

m.sp.
16.06.2019


Articoli Correlati

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
18.03.2020
Pubblicazione straordinaria: Decreto esecutivo concernente l’annullamento e il rinvio delle elezioni comunali per il periodo 2020-2024 del 18 marzo 2020
18.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, marzo 2020
13.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, febbraio 2020
11.03.2020
Notiziario statistico Ustat: Risultati provvisori della statistica delle transazioni immobiliari, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
28.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, gennaio 2020
26.02.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 9 marzo 2020
19.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2020
14.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, gennaio 2020
11.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, gennaio 2020
10.02.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre e anno 2019
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Se si stampa il denaro
solo per indebitarsi
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Il terrorismo resterà
ancora un pericolo
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nella tana degli affetti
per sentirci meno soli
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi


IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Coronavirus,
negli Stati uniti
1500 decessi
in appena 24 ore

Francia:
accoltella persone
nel centro
di Romans-sur-Isère

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00