Diario
Immagini articolo
Ma che adulto sarà
il bimbo maltrattato!?
GIUSEPPE ZOIS


Caro Diario,&softReturn;si sta parlando e scrivendo molto dei maltrattamenti ai bambini, in famiglia soprattutto, con botte, schiaffi, pedate e perfino con la cintura. In Svizzera, le statistiche dicono che le violenze domestiche colpiscono un bambino su 5. La media del 20% di genitori di mano pesante con i figli è alta e dimostra quanto resti perdurante la tendenza a "correggere" con certi metodi. Un’ottantina all’anno i casi che giungono al Servizio di pediatria del Civico di Lugano, dove è attivo il Gruppo interdisciplinare contro il maltrattamento infantile (Gimi). Più della metà riguardano vie di fatto dentro le pareti di casa. Poi ci sono quelli che feriscono con le parole e con atteggiamenti coattivi. Un fine educatore come Fulvio Scaparro, autore di "Talis pater", non esita ad equiparare a uno schiaffo le urla di un genitore o di una maestra/maestro con il dito puntato e le minacce.
RESTANO troppi i genitori, di ogni classe sociale, che non dedicano il tempo necessario ai figli o danno per scontato che comunque cresceranno e si arrangeranno. Il loro compito è difficile, ma quello di un bambino è difficilissimo. Nessuno dovrebbe dimenticare il bambino che è stato, con tutte le sofferenze subite per rimproveri immeritati, incomprensioni e scappellotti. A padri e madri è richiesta la capacità di sapersi adattare alle diverse caratteristiche dei figli, contemperando ragione e affetto.
ANNI OR SONO a Gordola, in un dibattito organizzato dalla locale Associazione genitori, si tenne una serata con un puericultore di riconosciuta autorevolezza come Marcello Bernardi. Tema: il rispetto dovuto a ogni bambino. La minaccia di una punizione e di un castigo è forse vecchia come l’uomo e nei metodi educativi aleggia sempre l’ombra di una frusta simbolica. La tentazione e il ricorso a una sberla dopo una disobbedienza restano ancora diffusi. E la pazienza non sta attraversando un grande momento di forma: è molto raccomandata (agli altri) ma poco praticata. Un bambino picchiato resta poi mortificato nella sua vivacità, offeso nella personalità.
LA PAURA è la peggiore malattia dell’uomo. Spesso gli adulti non hanno sufficiente forza per rispettare i bambini e per farsi rispettare. Il mestiere di genitore, come lo argomentò Bernardi, è imparare a controllare se stessi e le proprie pulsioni, a "leggersi dentro". La sberla non è mai risolutiva di qualcosa, è una licenza basata sull’egoismo, produce solo risentimento e rabbia. Al bambino dobbiamo il meglio, non il peggio e sono più efficaci esempi di generosità e comprensione che di perfezione. È poi alquanto paradossale che in un tempo in cui nessuno vuole più obbedire si pretenda che lo facciano i bambini a suon di sberle.
03.12.2017


IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Quando lo Stato
diventa mamma
L'INCHIESTA

Calano i morosi
delle Casse malati
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

L'anziano digitale
stimola la produttività
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il protezionismo,
retorica della paura
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Mosaici di guerra
dalla postazione Judy
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Lampi di guerra
e fulmini su Trump
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Orchi e melodrammi
non scaldano Cennes
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
L'amore d'antan
nel "Regality show"
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
25.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, aprile e primo trimestre 2018
23.05.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, aprile 2018
16.05.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 28 maggio 2018.
15.05.2018
Pubblicato un nuovo rapporto sullo sviluppo territoriale: "Nuove geografie della logistica nel Cantone Ticino" [www.ti.ch/ostti]
27.04.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali del Bellinzonese e Locarnese-Vallemaggia
27.04.2018
Avvio della consultazione del Progetto di risanamento fonico delle strade cantonali e comunali della Riviera e Valli
25.04.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 7 maggio prossimo
18.04.2018
Pubblicato il nuovo sito tematico "Mobilità ciclabile" della Sezione della mobilità [www.ti.ch/bici]
17.04.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, marzo 2018
10.04.2018
Pubblicato il rendiconto 2017 del Consiglio della magistratura

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Francia
in piazza contro
le riforme
Macron

Colombia
al voto
nella stagione
post guerriglia