function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Il museo al centro della polemica sull'arte nazista
"Problema sottovalutato,
è una chiara dichiarazione"
NATASCHA FIORETTI


Martin Doerry, giornalista e scrittore, non va molto per il sottile e accusa il museo e chi ha la responsabilità della gestione di aver fatto sempre tutto il possibile per dare l’impressione che a partire dagli Anni ‘30 Michael Bossard avesse cambiato idea, schierandosi non più a favore ma contro il regime nazista. Stando infatti a quanto la direttrice della fondazione Gundula Mayr scrive in un libro sui Bossard, marito e moglie non sarebbero mai stati membri del partito e condividevano solo alcuni obiettivi del nazionalsocialismo come la promozione dell’agricoltura e il desiderio di un rinnovamento della Germania. Per Martin Doerry invece è lampante come Bossard abbia sempre cercato il riconoscimento dei nazionalsocialisti e non ne abbia mai voluto prendere le distanze. "Fino adesso il museo ha sottovalutato il problema dando l’impressione che questo mosaico sia marginale, di poca importanza politica. A loro dire la svastica è un simbolo antichissimo legato non soltanto al nazionalsocialismo. Ma la svastica non è capitata così per caso, è comparsa nel 1934 nel periodo in cui Alfred Rosenberg, uno dei teorici più importanti del nazionalsocialismo, fece una visita a Jesteburg. Non è una coincidenza dunque ma una chiara dichiarazione e di questo si è convinto nel frattempo anche il pubblico ministero di Jesteburg che ha ordinato di coprire la svastica. Si è voluto minimizzare la questione senza accettare la realtà dei fatti ed evitando il confronto critico".
17.10.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00