function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Avvocati e fiduciari rispondo  le critiche sui salari
"Da noi stipendi più alti
di quelli del Cantone"
ANDREA STERN


C’è chi li apprezza e chi no. Cristina Maderni, presidente dell’Ordine dei commercialisti, ritiene che i contratti normali di lavoro (Cnl) siano la soluzione più semplice per lottare contro gli abusi. "Non mi risulta che nel nostro settore ci sia un problema diffuso di pressione sui salari - afferma -. Ad ogni modo il Cnl ha il vantaggio di essere obbligatorio per tutti e quindi anche per qualche eventuale pecora nera".
Gli avvocati invece sono contrariati per l’intervento statale. Tanto che hanno ricorso, invano, fino al Tribunale federale. "Negli studi legali ci sono segretarie - spiega l’avvocato Gianluca Padlina, presidente dell’Ordine - che al primo impiego guadagnano il doppio o il triplo dei giovani giuristi assunti dal Cantone". Parlare di abusi, secondo Padlina, sarebbe del tutto fuori luogo. "Nel nostro settore non c’è mai stato un problema di salari troppo bassi - afferma -. Il Cnl è stato imposto nel 2015 sulla base di valutazioni piuttosto opinabili e senza interpellare né l’Ordine né i dipendenti".
Allora l’Ufficio dell’ispettorato del lavoro (Uil) aveva determinato che 36 dei 306 impiegati assunti dagli studi legali nei due anni precedenti percepivano un salario inferiore a quello di riferimento. "Ma si trattava di giovani appena usciti dalla scuola, ancora da formare - spiega Padlina -. Non mi sembra scandaloso se al primo impiego si offrono condizioni che tengono conto dell’impegno formativo che il datore di lavoro deve assumersi. Quello che non è stato considerato, nell’indagine è che la progressione salariale nel nostro settore è più significativa che in altri".
Fatto sta che nel 2018 il Governo ha ritenuto di dover prorogare il Cnl. "Ancora una volta si è deciso - osserva Padlina - senza tentare il dialogo. E senza procedere a nuove indagini". Una sorta di proroga in automatico. "Il giorno che il Cantone verificherà nuovamente la situazione - conclude - si accorgerà che non esiste alcuna necessità di prorogare il Cnl".
17.10.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, ottobre 2020
10.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, ottobre 2020
06.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, ottobre 2020
05.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, ottobre 2020
30.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, terzo trimestre 2020
28.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 9 novembre prossimo
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Il trionfo di Biden
in un Paese dilaniato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La perenne infinita attesa
per l'attacco all'Occidente
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Tormentati e solitari,
animati dalla genialità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Thailandia:
nuove
proteste
a Bangkok

Piovono razzi
su Kabul.
Sospetti
sui talebani

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00