function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

La ricetta dell'Fmh contro la carenza di medici svizzeri
"Incentiviamo l'istruzione
e riduciamo la burocrazia"
PATRIZIA GUENZI


Formare più medici e sgravarli da un eccessivo carico amministrativo. È la "ricetta" della Federazione dei medici svizzeri (Fmh), che al Caffè dà i numeri: "Se nel 2019 in Svizzera 1.100 medici hanno ottenuto il diploma federale, altri 3mila si sono fatti riconoscere il loro diploma straniero. Ciò significa che lo scorso anno avevamo circa 4mila medici in più, di cui oltre il 70% non formati nel Paese". In sostanza, aggiunge l’Fmh:  "Tra il 1985 e il 2015 non ne abbiamo formati a sufficienza".
Tuttavia, qualche soluzione c’è. Due le misure prioritarie, spiega l’Fmh: "Degli sforzi sono stati fatti per aumentare i posti di studio nelle università. Tra il 2008 e il 2018, i numeri in medicina umana sono raddoppiati. Ci vorranno ancora anni per vedere i frutti di questa misura, a causa dei lunghi tempi richiesti dalla formazione (universitaria e postgraduata)". Nel settore ambulatoriale, i medici stranieri sono il 32,7%, il 40,2% in quello ospedaliero. Le donne, con il 45,3% nel settore ambulatoriale e il 47,3% in quello ospedaliero, la fetta di quelle con un diploma straniero è inferiore rispetto ai colleghi maschi impiegati nei due settori (54,7 e 52,7%). La maggior parte dei medici proviene da Germania, Italia, Francia e Austria. Ma anche Romania, Ungheria, Polonia, Bulgaria. Un altro aspetto sottolineato dall’Fmh è il carico amministrativo. "Due ore al giorno, un aumento di 30 minuti negli ultimi dieci anni, è esagerato. Non c’è più tempo per i pazienti".
12.09.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Falliti gli obiettivi Onu
su sostenibilità e salute
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Anche la pista siriana
dietro la strage di Beirut
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Armenia,
l’opposizione
in piazza
contro il governo

L’omaggio
dei moscoviti
a Boris
Nemtsov

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00