function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




Chiesti chiarimenti al governo sulle strutture di Bellinzona
Immagini articolo
"Nelle case per anziani
gli ospiti vengono isolati"
MAURO SPIGNESI


Si è passati da un estremo all’altro. Dalle porte aperte, alle porte chiuse. E allora "perché il medico cantonale non è intervenuto per obbligare la direzione delle case per anziani di Bellinzona nel rispetto delle direttive del 29 maggio?". E quindi perché agli ospiti delle strutture per la terza età non è stato garantito "il diritto a contatti regolari con i parenti (visite e videochiamate)?". Sono le domande di una interpellanza presentata dai tre deputati dell’Mps, Matteo Pronzini, Simona Arigoni e Angelica Lepori, e indirizzate al Consiglio di Stato.
Durante la prima ondata di Covid-19, secondo quanto scrive l’Mps, "Municipio e dirigenza delle strutture si sono dimostrati incapaci di gestire l’emergenza. Prova ne sia il triste primato di morti avvenute presso la casa anziani di Sementina". Negli scorsi giorni "la stampa, ed in particolare tio.ch, ha dato risalto al grido d’allarme lanciato da alcuni parenti di ospiti delle strutture per anziani gestiti dalla città di Bellinzona". La denuncia parla di pratiche che di fatto, secondo il Movimento per il socialismo, "favorirebbero l’isolamento sociale degli anziani degenti, causato dall’assenza di attività e di una concessione con il contagocce delle visite ai parenti".
In pratica le strutture invece di potenziare il personale e introdurre delle modifiche organizzative e logistiche per riprendere una vita normale, "hanno pensato bene di scegliere la via più semplice e dunque di segregare nelle camere o nelle strutture i propri ospiti. Tutti elementi che contribuiscono anche ad una perdita della capacità cognitiva e motoria".
Nell’interpellanza si parla anche delle visite (e dei limiti alle videochiamate), citando il bollettino del 10 giugno 2020 della casa per anziani comunale che accoglie 72 residenti. "L’applicazione della direttiva dell’Ufficio del medico cantonale - è scritto nel bollettino - ci permette al momento di offrire unicamente 28 visite settimanali complessive (4 visite al giorno). Dunque ogni anziano ha avuto diritto a una visita ogni 17 giorni. Dal 18 giugno da una postazione per le visite si è passati a due. Di conseguenza - scrivono i deputati mps - le visite settimanali sono passate a 56. Dunque ogni anziano ha diritto a una visita di 45 minuti ogni 9 giorni".
m.sp.
12.09.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
19.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale banche, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, luglio 2020
17.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale costruzioni, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
In crisi i confini irlandesi
con l'addio di Londra all'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
L'arcipelago delle isole
contese tra Usa e Cina
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Il culto della mascherina
accende il negazionismo
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Per fermare i virus
aiutiamo l'ambiente
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Ennesimo
fine settimana
di proteste
in Bielorussia

Inchiesta
sullo schianto
dell’aereo militare
in Ucraina

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00