function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};




La famiglia Caprara su scuola e insegnamento
Immagini articolo
"Siamo fiduciosi perché
la 'chiusura' è servita"
PATRIZIA GUENZI


"È stata sicuramente un’esperienza complicata la scuola a distanza, soprattutto da spiegare ai miei figli, ma credo che abbia anche sortito qualcosa di buono, che tutto sommato sia stata un arricchimento. Per tutti. Docenti, famiglie e allievi". Cindy Caprara, di Biasca, 37 anni, pedagogista, due figli, di 10 e di 8, come tanti altri genitori ha vissuto intensamente il periodo di "chiusura" delle aule scolastiche. Un’esperienza che, dice, "ha indubbiamente caricato le famiglie ma che le ha portate a riconoscere il ruolo che la scuola ha nella società. Un ruolo sociale importante, fondamentale". Tanto che, in vista della ripresa delle lezioni dopo la pausa estiva, mamma Cindy si augura che più nulla ostacoli la ripresa della scuola in presenza. "Insostituibile da qualsiasi mezzo informatico", sottolinea.
Mezzi informatici che, durante la scorsa primavera, hanno comunque assicurato la continuità delle lezioni tra docenti e allievi. Ma che hanno anche fatto emergere delle disparità sociali. "Non tutte le famiglie sono super attrezzate, hanno potuto garantire ai figli un computer aggiornato, gli spazi necessari per studiare, un accompagnamento. Anche se la scuola, va detto, s’è fatta in quattro per dare un supporto informatico a tutti i ragazzi che ne erano sprovvisti". E proprio la recente esperienza ha fatto ragionare Cindy sull’importanza che la scuola si impegni per "una dotazione inclusiva di materiale tecnologico. In modo che tutti gli allievi abbiano gli stessi mezzi, che nessuno si senta svantaggiato".
Sul prossimo futuro Cindy è tutto sommato ottimista. "A marzo la pandemia ci ha colti tutti impreparati, ora non lo siamo più. Come genitore mi aspetto che dopo la pausa estiva la scuola si faccia trovar pronta ad affrontare qualsiasi scenario, sia che si torni alle lezioni in presenza, sia che si scelga una soluzione ibrida, un po’ in classe e un po’ a casa,  sia che si debba forzatamente optare per l’insegnamento a distanza. Ma sono fiduciosa, sono certa che l’esperienza vissuta permetterà a tutti di ripartire con una maggior consapevolezza sul ruolo della scuola".
p.g.
11.07.2020


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
13.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, settembre 2020
07.10.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 19 ottobre 2020
05.10.2020
Notiziario statistico Ustat: Statistica delle abitazioni vuote, Ticino, 1° giugno 2020
17.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, settembre 2020
14.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, agosto 2020
09.09.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 21 settembre 2020
09.09.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel secondo trimestre 2020
27.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Popolazione residente permanente, Ticino, 2019
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, luglio 2020
21.08.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, luglio 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Cina, ovvero "Fabbrica"
per un mondo malato
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Tutte le ipotesi in campo
dopo la guerra più lunga
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Cibo, ambiente e clima
portano alla nuova umanità
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Abbiamo appena dieci anni
per evitare una catastrofe
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Accordo
fra Israele e Sudan
per normalizzare
le relazioni

Repubblica Ceca,
ospedale da campo
contro il Covid-19
a Praga

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00