function iscriviti() {window.open("http://ads.caffe.ch/ppl/","_blank","width=620,"menubar=no","resizable=no","scrollbars=no")};

Quasi 40 casi di prodotti pericolosi emersi alla frontiera
Immagini articolo
Pesticidi e veleni vari
nel riso e nella frutta
MAURO SPIGNESI


Non ci sono soltanto valigie di soldi, abiti contraffatti, sostanze stupefacenti, medicinali che non sono medicinali ma veleni. No, alla frontiera arriva di tutto. Anche gioielli che contengono materiali ritenuti dannosi alla salute e generi alimentari che non rispettano le direttive delle normative svizzere ed europee.
L’anno scorso l’Ufficio federale della sicurezza alimentare, in collaborazione con l’Amministrazione delle Dogane, ha bloccato e analizzato, con diversi criteri e sistemi di controllo, campioni di 462 prodotti che stavano per passare la frontiera. Questo, nell’ambito di 12 programmi prioritari. Per calcolare i rischi i funzionari hanno lavorato su sei ambiti specifici. I pericoli per la salute, la garanzia di qualità, le norme igieniche, l’inganno e la frode oltre due aspetti legati alla legislazione, cioè quello di particolari regole economiche e politiche che vanno rispettate. &softReturn;Al termine dei controlli sui diversi campioni (realizzati in base a un "sospetto") sono stati bloccati e contestati 38 prodotti d’importazione. La maggior parte (14 in tutto) arrivavano dall’Asia e contenevano un elevato tasso di pesticidi, in particolare arsenico. Dieci invece provenivano dall’India e avevano coloranti e altri elementi tossici. Pesticidi e micotossine, inoltre, sono stati individuati durante le analisi - che sono state effettuate dai diversi laboratori cantonali, compreso quello ticinese - su confezioni di riso (o prodotti di riso) e in frutta e verdura sempre in arrivo dall’Asia.
Fra i controlli anche quelli che riguardano i cosiddetti "prelievi spontanei". Qui sono risultate prodotte in maniera non in linea con la normativa, bevande, integratori alimentari, cosmetici ma soprattutto gioielli con una elevata presenza di nichel e cadmio che poi vanno a contatto con pelle, capelli e mucose. Fortunatamente, spiegano dall’Ufficio federale della sicurezza alimentare, "i severi requisiti della legislazione sulle derrate alimentari per lattanti e bambini piccoli sono soddisfatti".
17.11.2019


Leggi in anteprima
le notizie del Caffè

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia cantonale
Ultim'ora
14.01.2021
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, dicembre 2020
13.01.2021
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 25 gennaio prossimo
16.12.2020
Prova annuale delle sirene d’allarme 2021
15.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, dicembre 2020
11.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, novembre 2020
09.12.2020
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel terzo trimestre 2020
02.12.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 14 dicembre 2020
19.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, ottobre 2020
13.11.2020
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, ottobre 2020
11.11.2020
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'ordine del giorno della seduta parlamentare del 23 novembre 2020
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
La sovranità perduta
blocca il dialogo con l'Ue
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nello scenario siriano
mani russe e iraniane
Guido Olimpio
Guido Olimpio
I patti dell'intelligence
con i trafficanti di droga
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Primavera di tensioni
per quattro leader
Filippo Ceccarelli
Filippo Ceccarelli
Il governo MaZinga
nella crisi dell'Italia
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Un viaggio tra i popoli
sull'idea del nuovo inizio
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Confinamento più efficace
dei negoziati dell'Onu
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Si pensi anche ai costi
causati da altre limitazioni

IT Illustrazione
Cover stories
Sfoglia l'archivio »
La lettura
Leggi »
Instant book
Leggi »
I racconti
Leggi »
Altre
pubblicazioni


Per le tue vacanze
scopri il Ticino
Vai al sito »



Vai al sito »



Le infografie


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Belgio: dorme
nel suo bar
per protesta
contro le chiusure

La CDU
sceglie l’erede
di Angela
Merkel

DIREZIONE, REDAZIONE
E PUBBLICITÀ

via B. Luini 19 6600 Locarno
Svizzera

caffe@caffe.ch
+41 (0)91 756 24 00