La radiografia del mercato immobiliare di Wüest Partner
Immagini articolo
"L'edilizia non si ferma
previste 50mila case"
MAURO SPIGNESI


Gli appartamenti vuoti sono migliaia. Oltre quattromila soltanto in Ticino. Eppure si continuerà a costruire. Lo prevede la società di consulenza immobiliare Wüest Partner che ha appena pubblicato Immo-Monitoring, il suo secondo rapporto annuale, 193 pagine ricche di analisi, statistiche e grafici che ricostruiscono una istantanea della situazione. E una tendenza: anche nel 2019 proseguiranno gli investimenti nell’immobiliare. Sono previste, infatti, 53mila nuove unità abitative. Attualmente ve ne sono già 72mila non occupate.
Il motivo alla base di questa che sembra ormai diventata una autentica industria, come la chiama il segretario di Svit Ticino (vedi articolo a sinistra) è che mancano le alternative d’investimento. Almeno a chi ha necessità di mettere a frutto importanti capitali, come gli enti istituzionali che devono avere un "portafoglio" articolato. Ed è proprio per questo che gli investimenti in nuove costruzioni saliranno - prevede Wüest Partner - dello 0,7%. ma cresceranno anche quelli per le ristrutturazioni, esattamente dello 0,5%. Il 45% della spesa per il nuovo e il ristrutturato sarà per case plurifamiliari. "Oltre agli investitori istituzionali e privati, è probabile che anche l’ente pubblico svolgerà un ruolo più attivo nel settore degli alloggi a prezzi accessibili. E questo in un momento in cui la crescita della popolazione rallenta", sottolineano gli esperti di Wüest Partner. Ciò aumenterà la pressione sugli affitti: è probabile che questi calino, per gli alloggi nuovi o nuovamente affittati, in una misura che viene quantificata in -1,9%.
Sempre sul fronte degli affitti i rilevamenti di Wüest Partner per il Ticino indicano da 420 franchi al mese per un monolocale, sino a 2’190 per un cinque locali in media a Bellinzona. Una forbice che a Locarno parte da 450 franchi per arrivare a un massimo di 2’490. Prezzi più alti a Lugano dove un monolocale parte da 450 mentre sempre un cinque locali arriva 2’840 al mese. Chi vuol risparmiare deve guardare a Mendrisio dove le oscillazioni sono da 410 franchi a 2’310.
Sul fronte dei prezzi degli acquisti elaborati da Wüest Partner, per Bellinzona si parte da un minimo di 357mila franchi per un monolocale, sino a toccare un massimo di 990mila per un cinque locali. A Locarno un monolocale costa un minimo di 428mila mentre i cinque locali a 1’672mila. Lugano ha i prezzi più cari: una stanza con bagno costa 482mila mentre con 1’615mila si compra una casa di 5 stanze.

m.sp.
14.04.2019


LO STUDIO

La qualità
dei media svizzeri
IL DOSSIER


La contestata
legge di polizia
IL DOSSIER


Rimborsopoli
IL DOSSIER


Le polemiche
sul Cardiocentro
IL DOSSIER


La passerella
sul Verbano
IL DOSSIER


Microplastiche
piaga dei laghi
GRANDANGOLO

Una cultura politica
di vuote banalità
L'INCHIESTA

Non solo Medtech
nel polo di ricerca
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Lo stile smarrito
dai perdenti di successo
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Senza il riciclaggio
non si salva il clima
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Scacco a Tripoli
in quattro mosse
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La guerra degli 007
all'ombra dell'Europa
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
L'Ue messa a dura prova
dall'avanzata sovranista
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Dramma e commedia
al Festival di Locarno
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Londra celebra Quant
la "madre" della mini
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Siccità, piogge e uragani
nel sordo allarme clima
ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
19.04.2019
La Segreteria del Gran Consiglio ha provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta costitutiva del 2 maggio prossimo
15.04.2019
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Ticino e Svizzera, marzo 2019
12.04.2019
Pubblicato il Rendiconto 2018 del Consiglio di Stato
12.04.2019
Pubblicato il rendiconto 2018 del Consiglio della magistratura
08.04.2019
Online la Città dei mestieri della Svizzera Italiana, con informazioni e aggiornamenti sui lavori in corso verso l'apertura
03.04.2019
Il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto è revocato a partire da mercoledì 3 aprile 2019 alle ore 10:00. Si ricorda che restano in vigore le prescrizioni generali definite dal Regolamento di applicazione dell'Ordinanza contro l'inquinamento atmosferico (ROIAT)
01.04.2019
Tiro obbligatorio 2019
21.03.2019
La Sezione forestale comunica che il divieto assoluto di accendere fuochi all'aperto (RLCFo/RaLLI) è in vigore a partire da giovedì 21 marzo 2019 alle ore 12.00 a causa del pericolo d'incendio di boschi. La misura è attiva su tutto il territorio cantonale.
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale, andamento e prospettive di evoluzione dell’economia ticinese, marzo 2019
15.03.2019
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale commercio al dettaglio, Ticino, gennaio 2019

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »



I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Sudan,
si dimette
anche il leader
del golpe

Gilet gialli
a prova
di legge
anti-casseur