Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Approcci differenti
...non funzionerà!
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Terrore continuo...
si onora il Ramadan
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il "ciclone Trump"
lascia solo macerie
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
23.06.2017
L'Ufficio dei lavori sussidiati e degli appalti ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
20.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2017
20.06.2017
Pubblicata la statistica finanziaria "i conti dei comuni nel 2015"
14.06.2017
Pubblicato il nuovo sito tematico "Circonvallazione Agno-Bioggio" [www.ti.ch/circonvallazione]
14.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2017
07.06.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 giugno prossimo
07.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2017
06.06.2017
Qualità dell'aria in Ticino: rapporto 2016 [www.ti.ch/aria]
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

FOGLI IN LIBERTÀ di Renato Martinoni
Immagini articolo
Don Milani fu un prete
molto difficile da amare
Renato Martinoni


Francesco, il papa "buono" del terzo Millennio, è andato in pellegrinaggio a visitare i sepolcri di due preti a lungo avversati dalla Chiesa: don Primo Mazzolari e don Lorenzo Milani. Due sacerdoti assai diversi. Entrambi però si sono impegnati, tanto da mettere in gioco la loro reputazione, nel nome di ideali di vita che non potevano non scontrarsi contro le alte mura dell’establishment vaticano. Sicché la visita del "Pà Cecch" nei luoghi-culto del prete-partigiano, in provincia di Mantova, e del prete-pedagogo, in provincia di Firenze, suona non solo come atto di perdono ma come autentica riconciliazione.
Dei due, don Milani è di gran lunga il più citato. Cresciuto in una famiglia agiata, sarebbe potuto crescere da figlio di papà. Facendo il vitellone sulle spiagge, ballando il twist di Peppino di Capri e fumando sigarette Boston nelle balere. E invece ha scelto la protesta, prima; e poi, mandato in esilio sulle montagne, dopo troppe ribellioni, di trasformarsi in maestro di scuola (una scuola, va aggiunto, molto diversa da quella tradizionale) per quei bambini che, data la povertà delle loro famiglie e la distanza dei loro casolari, sarebbero rimasti analfabeti. Lodando la "passione educativa che porta a Dio", oltre che la "dignità" del "bravo prete", papa Francesco lo ha chiamato "servo esemplare del Vangelo". Chissà i barbagianni togati della Chiesa cattolica! Si saranno rivoltati nelle loro tombe! "Ai miei tempi non sarebbe mai successo", avranno mormorato nel farsi il segno della croce: "O tempora, o mores!".
Il tempo, si sa, è medico. E quello che oggi ci pare ripugnante (pensiamo ai vermi fritti sul piatto) magari domani ci sembrerà pieno di fascino. Vero è, come ha ricordato ancora il santo padre, che don Milani voleva più bene ai suoi ragazzi che a Dio. Né si può dire che il suo impegno non fosse sincero. Né che il suo messaggio non avesse un fondo di giustizia. Restano tuttavia, al di là del mito che è nato dopo la sua morte, troppi dubbi per applaudire in fretta alla sua riabilitazione. Chi ha letto per davvero la celebre "Lettera a una professoressa" (1967) non può non sentire l’odore di stantio che il tempo le ha messo in corpo. Né può accontentarsi di credere che l’ideologia fanatica e le parole forti che vi si trovano possano essere uscite dal cuore dei ragazzi di Barbiana. D’accordo difendere i miserabili e gli emarginati dalle grinfie del capitalismo. Ma con meno slogan sindacali e meno retorica populista. Don Mazzolari si avvia a diventare beato. Speriamo che non succeda lo stesso a don Milani. Perché la sua storia, fatta di cose belle e di cose meno belle, di idealismo e di fanatismo, rischierebbe di diventare una favola brutta.
25-06-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Cina:
centinaia
di dispersi
per slavina

Iraq:
morta
giornalista francese
ferita a Mosul

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch