Altri articoli
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
LA SOLIDARIETÀ


La generosità dei ticinesi
per i pastori delle steppe
L'INCHIESTA


Interrogativi sulle eredità
degli anziani maltrattati
L'INCHIESTA


Meno sesso
a pagamento


POPULISMO
VS POPULISMO
È finito lo scontro
fra destra e sinistra
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Approcci differenti
...non funzionerà!
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
I nuovi pirati del mare
sono gli scafisti armati
Guido Olimpio
Guido Olimpio
Terrore continuo...
si onora il Ramadan
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
Il "ciclone Trump"
lascia solo macerie
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Sandro Cattacin
Sandro Cattacin
Gli attributi razzisti
della cronaca nera
Ritanna Armeni
Ritanna Armeni
A Renzi non si perdona
la "rottamazione"
Paolo Bernasconi
Paolo Bernasconi
Non si sfugge
alle nuove regole
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Disposte a tutto
per i propri figli
Alessandra Comazzi
Alessandra Comazzi
I manicaretti in tv
rischiano il flop
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
Nei menù si trova
la civiltà del domani
Marino Niola
Marino Niola
Lo straniero riassume
tutte le nostre paure
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
Filippo Facci
Filippo Facci
È un voto politico
che paralizza il Paese
Roberto Alajmo
Roberto Alajmo
La Grande Migrazione
non si fermerà da sola
Roberto Nepoti
Roberto Nepoti
Per un Festival à la page
un'inedita sezione 2.0
Antonio Sciortino
Antonio Sciortino
Le Famiglie vere
eroine nella crisi
Roberto Vacca
Roberto Vacca
La caduta libera
del mito della sicurezza
Andrea Vitali
Andrea Vitali
Zimmer frei

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Le transazioni immobiliari in Ticino nel primo trimestre 2017
26.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Monitoraggio congiunturale: andamento e prospettive di evoluzione dell'economia ticinese, giugno 2017
23.06.2017
L'Ufficio dei lavori sussidiati e degli appalti ha pubblicato la lista delle commesse del Cantone aggiudicate a invito o per incarico diretto superiori a fr. 5000.– [www.ti.ch/commesse]
20.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, maggio 2017
20.06.2017
Pubblicata la statistica finanziaria "i conti dei comuni nel 2015"
14.06.2017
Pubblicato il nuovo sito tematico "Circonvallazione Agno-Bioggio" [www.ti.ch/circonvallazione]
14.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale alberghi e ristoranti, Ticino, primo trimestre 2017
07.06.2017
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 giugno prossimo
07.06.2017
Notiziario statistico Ustat: Indagine congiunturale attività manifatturiere, Ticino, aprile e primo trimestre 2017
06.06.2017
Qualità dell'aria in Ticino: rapporto 2016 [www.ti.ch/aria]
DOMANDE E RISPOSTE

Leggi »

GLI SCENARI di Luigi Bonanate
Immagini articolo
Russia e Usa violano
la sovranità dei "piccoli"
Luigi Bonanate


L’idea di battaglia aerea che ci eravamo fatta, costruita dalla retorica hollywoodiana dopo la seconda guerra mondiale, incominciò a perdere il suo alone romantico ed eroico fin da quando, nel 1960, il primo (per quel che ci è dato sapere) aereo-spia statunitense venne abbattuto dall’aviazione sovietica mentre il pilota scattava fotografie degli impianti militari sovietici. Allora ciò rientrava nel clima tipico della guerra fredda.
Ora, invece, l’aviazione Usa ha abbattuto nel cielo della Siria, lunedì, un "Su 22" siriano. Ma chi ha minacciato gli Stati Uniti di terribili ritorsioni non è stato Assad ma il presidente russo Putin, il cui ministro degli Esteri Lavrov ha avuto il cattivo gusto di denunciare la violazione della sovranità siriana: una barzelletta. Abbiamo capito bene? È finita la sovranità di quell’infelice Paese: ma che c’entrano Usa e Russia? C’entrano, perbacco, ma ciò ha a che fare con la comune arroganza di queste due ex grandi potenze che si credono libere di intervenire in qualsiasi parte del mondo. Senza che nessuno le abbia mai autorizzate. In secondo luogo, come possono questi Stati evocare il principio di sovranità di fronte a una striscia di eventi che vanno dalla guerra contro l’Afghanistan nel 2001, all’Iraq nel 2003, alla Siria nel 2011?
Naturalmente, se questi sono sinteticamente i fatti, da essi non sgorga direttamente il loro significato che, tra l’altro, nulla ha a che vedere con la tragica profezia dello "scontro di civiltà" e neppure con una contrapposizione all’ultimo sangue tra Occidente cristiano e Medio Oriente islamico. Il discorso è più complesso. Che Usa e Russia si contendano la leadership mondiale è evidente ma ingiustificato. Nessuno dei due ha più il carisma o l’autorità per porsi come unica ed esclusiva guida mondiale. Ed è proprio all’interno di questa erronea lettura della realtà contemporanea che si colloca l’altro aspetto, che potremmo ben chiamare la "guerra mediorientale", che maschera con i pregiudizi religiosi lo scontro di potere e di interessi in quella storica e importantissima parte del mondo, che addirittura discende dalle più antiche e nobili culture dell’antichità. Ammettiamolo: l’opposizione tra sciiti e sunniti (le forze comparate oltre che sbilanciatissime perché la popolazione sunnita è immensamente più ampia di quella sciita) è la forma che lo scontro territoriale e patrimoniale ha assunto in una serie di Paesi beneficiari di una ricchezza petrolifera che hanno purtroppo trasformato in una fonte di odii, di invidie e di desideri.
Detto più chiaramente, l’Occidente sbaglia a voler dominare il mondo. Il Medio Oriente sbaglia a voler dominare lo sviluppo energetico del mondo.
25-06-2017 01:00
La pubblicità
Per chi vuole
comunicare
con il Caffè
App
"Il Caffè+"
per iPad e iPhone
Scarica »
App
"Il Caffè+"
per Android
Scarica »
Rezzonico
Editore
Tessiner Zeitung
Vai al sito »
Gruppo
Ringier




I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Cina:
centinaia
di dispersi
per slavina

Iraq:
morta
giornalista francese
ferita a Mosul

RINGIER

Dufourstrasse 23
8008 Zurigo
Svizzera

info@ringier.com
+41 (0)44 259 61 11

Abo-Service:
0848 880 850

www.ringier.ch