Dello stesso autore
di 0
IL DOSSIER


I fatti e le opinioni
sulle vicende S.Anna
IL DOSSIER

Economia
in ostaggio
di "Prima i nostri"
GRANDANGOLO

Troppa canapa light
e il mercato è saturo
L'INCHIESTA

Se lavori oltre i 65
rendite più ricche
L'IMMAGINE

Una settimana
un'immagine
LE PAROLE

di Franco Zantonelli

Dagli esodati
ai pensionati d'oro
LE FIRME DEL CAFFÈ
Loretta Napoleoni
Loretta Napoleoni
Una tregua "olimpica"
riunisce le due Coree
Lorenzo Cremonesi
Lorenzo Cremonesi
Nella base americana
"Pronti, qui in Corea"
Guido Olimpio
Guido Olimpio
La folle corsa nucleare
non è solo propaganda
Mariarosa Mancuso
Mariarosa Mancuso
Premiata a Locarno
la parodia del cinema
Luigi Bonanate
Luigi Bonanate
La razza è un concetto
inventato della politica
Chiara Saraceno
Chiara Saraceno
Per le famiglie servono
sostegni continuativi
Elisabetta Moro
Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Luca Mercalli
Luca Mercalli
Resta solamente
una sottile speranza
LE INTERVISTE

I protagonisti
della cronaca

ULTIM'ORA
Dall'
Amministrazione
Dalla
Polizia
Ultim'ora
15.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, gennaio 2018
12.02.2018
Notiziario statistico Ustat: Idrologia, Ticino, quarto trimestre 2017
12.02.2018
Documentazione regionale ticinese (DRT) - È in linea il nuovo dossier concernente la protezione dell'ambiente in Ticino
08.02.2018
La Segreteria del Gran Consiglio ha pubblicato la lista delle presenze dei Deputati alle sedute della legislatura in corso
07.02.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno provveduto a pubblicare l'Ordine del Giorno della seduta plenaria del 19 febbraio prossimo
01.02.2018
Aggiornato il formulario della domanda di costruzione (versione 01.2018) [www.ti.ch/edilizia]
31.01.2018
Lingue e stage all'estero - 20 anni di scambi linguistici. Partecipa al concorso.
22.01.2018
Notiziario statistico Ustat: Meteorologia, Svizzera e Ticino, dicembre 2017
11.01.2018
Prova delle Sirene 2018
10.01.2018
I Servizi del Gran Consiglio hanno proceduto alla pubblicazione dell'Ordine del Giorno della seduta del 22 gennaio 2018.

Sfoglia qui il Caffè

E-PAPER aggiornato
dalla domenica pomeriggio

Elisabetta Moro
La tendenza a esagere
...ereditata dai greci
Elisabetta Moro
Chi è
Elisabetta Moro è professore di antropologia culturale, mitologie contemporanee e tradizioni alimentari del Mediterraneo all'Università di Napoli.
Blues Brothers da guinness. Maxi B e Michael Casanova, i due speaker di Radio3i, hanno nei giorni scorsi abbattuto il muro delle cento ore di diretta radiofonica consecutive. Ed è subito record. Vincendo stanchezza, scoraggiamento, sonno e noia. Tutto per dimostrare che l’impresa, davvero ardua e sorprendente, era alla loro portata. Ma per dimostrarlo a chi? E perché?
Gli amanti di questo tipo di sfide lo fanno per dimostrarlo al pubblico, peraltro numeroso quello che ha seguito i due ticinesi su radio, tv e social. Ma prima di tutto lo fanno per se stessi. Perché chi ama le prove si mette in gioco anche con il proprio self. Ingaggia una lotta con la propria forza di volontà e con la propria resistenza allo stress, che inevitabilmente subentra nei momenti di stanchezza. Quando una vocina melliflua e subdola sussurra nell’orecchio "ma chi te l’ha fatto fare?". E lo scatto di reni consiste nel contrapporle un’altra parte di sé, che con tono perentorio, alla Full metal jacket, dice "Ce la posso fare! Signore!". Questo dialogo interiore è forse l’esperienza più straniante e avvincente di questo tipo di esperienze. Che sembrano dettate dalla superficialità e invece attengono alla ricerca della propria profondità. Quando non si tratti solo di vanità.
Vantarsi dei propri record infatti è uno sport diffuso, tipico della chiacchiera da bar. Dove le imprese personali diventano universali. Le prodezze si trasformano in score da realtà aumentata. E le balle diventano spaziali. Proprio questa propensione all’esagerazione, che aumenta vertiginosamente dopo una bevuta, deve aver ispirato i proprietari del più celebre birrificio irlandese quando nel 1954 hanno deciso di pubblicare un libro annuale delle prodezze umane, dal titolo fortunatissimo Il Guinness dei primati. Da allora questa espressione è diventata proverbiale e il cognome dei birrai di Dublino è diventato una parola comune per indicare cose tutt’altro che comuni.
In realtà la nostra passione per le imprese impossibili viene da molto lontano. È una sorta di predisposizione genetica ereditata dai nostri antenati greci e latini che adoravano le graduatorie agonistiche, perché le consideravano un’infallibile unità di misura del valore individuale. Tanto che le classifiche venivano affidate a poeti come Omero e Pindaro perché scrivessero degli epinici - dal greco nike che significa vittoria -  cioè delle poesie che immortalavano le imprese dei numeri uno di allora. Insomma, i guinness dei primordi. Il più lodato di tutti i tempi è Ercole, che con le sue dodici fatiche, è rimasto imbattuto. Seguito da Epeo, il costruttore del mitico cavallo di Troia, che diventò ricco e famoso non tanto per aver buggerato Priamo e compagni sfilandogli il palladio sotto il naso, ma per avere scalato le classifiche del pugilato battendo tutti i record. Poi sono arrivati tutti gli altri. Artù, Colombo, Magellano. Sportivi da super classifica come Diego Armando Maradona, Pelè, Martina Navratilova, Simone Biles, il grande Federer.
Ma anche chi non è un atleta con un fisico bestiale può diventare un eroe moderno. Proprio come i nostri Casanova e Maxi B. Basta alzare l’asticella e saltare oltre l’ostacolo. Ci sarà sempre qualcuno pronto ad applaudire, filmare, postare. E soprattutto commentare. Perché oggi l’epinicio è social.
18-02-2018 01:00


I video della settimana
Inviate i vostri video a caffe@caffe.ch

Kosovo:
si festeggiano
i 10 anni
d'indipendenza

Messico:
la terra trema
e le paure
riaffiorano